wwf: condividere per non sprecare

WWF: condividere gli elettrodomestici per evitare sprechi!

wwf: condividere per non sprecareIl concetto di condivisione dovrebbe arrivare nelle case di tutti e riguardare anche l’utilizzo degli elettrodomestici per evitare inutili sprechi, ce lo spiega il WWF.

 

Quanti di noi arrivano in un negozio e non resistono alla tentazione di comprare l’ultimo elettrodomestico ultra-tecnologico? Quanti a Natale ricevono l’ennesimo frullatore o trita-verdure? Scommetto che tanti utilizzano l’aspirapolvere o la vaporiera solo un paio di volte nella vita…

In ogni casa c’è un gran numero di elettrodomestici che nella maggior parte dei casi vengono utilizzati a malapena, sono cari e sprecano tante risorse, incidendo pesantemente a fine mese sulla bolletta.

Si pensi che “un terzo dell’impronta ecologica dei cittadini svizzeri è generata dal consumo generale“. In molti casi condividere invece di comprare si rivela dunque essere molto più ecologico e il WWF consiglia ai consumatori di riflettere di più su ciò che comprano.

Alcuni dati comunicati dal WWF:
Un trapano viene usato solo per 1,5 minuti all’anno e un mixer soltanto per sette ore. Ma anche apparecchi che vengono adoperati un po’ più spesso come l’aspirapolvere o il ferro da stiro vengono accesi per meno di 80 ore, restando inutilizzati il 99% dell’anno. Persino l’auto resta immobile in media il 96% del tempo.

Il WWF consiglia dunque di prestare, di noleggiare e comunque di condividere gli elettrodomestici che non servono ogni giorno.

Sul sito www.wwf.ch si possono trovare tutte le raccomandazioni in merito.

La condivisione aiuta a ridurre notevolmente gli sprechi e di conseguenza a salvaguardare il pianeta e le nostre tasche… e può essere anche un ottimo modo per socializzare.

Allora condividiamo di più e sprechiamo di meno… 😉

No Comments

Pubblica un commento