redditometro

Redditometro: nell’occhio del mirino detersivi, mobili ed elettrodomestici!

Pentole, biancherie, detersivi, mobili ed elettrodomestici. Ecco come il Redditometro entrerà nelle case per controllare le vostre spese.

redditometroMolteplici saranno le spese tenute sotto controllo per stanare gli evasori fiscali, questo l’obiettivo del Redditometro, lo strumento introdotto dal fisco per mettere fine all’evasione. Il reddito di ognuno e la capacità di spesa saranno messi a confronto con le reali spese effettuate per trovare eventuali incongruenze. Io mi sono chiesta, ma mettiamo caso che qualcuno sia così fortunato da incontrare quella gran simpaticona della Fata Turchina o del Genio della Lampada e dovese chiedere come regalo una villa con piscina, una Mercedes o giusto qualche lingotto d’oro, sarebbe un bel problema spiegarlo 😉

Il Redditometro, un metodo sintetico di accertamento, metterà sotto l’occhio del ciclone spese effettuate e beni posseduti, ma il prossimo anno questo strumento diventerà ancora più analitico, prendendo in considerazione oltre 100 voci di spesa: tra cui non solo immobili, ma anche elettrodomestici, mobili e detersivi.

redditometro - redditest Il Redditest, già in fase di sperimentazione presso le associazioni di categoria e gli ordini professionali, serve per individuare le incongruenze tra i redditi dichiarati e le spese effettuate, e a seconda del livello di incongruenza partiranno controlli più approfonditi o veri e propri procedimenti di accertamento.

Le principali categorie e le spese sotto controllo saranno:

immobili e manutenzione della casa: proprietà immobiliari, strutture eriditate, terreni, fabbricati e persino tutte le spese di gestione della casa come i collaboratori domestici;

canoni di locazione: il reddito percepito da una seconda casa in locazione;

consumo dell’acqua e spese condominiali: definite “spese per elementi certi”;

mobili ed elettrodomestici: i controlli verranno effettuati secondo la media Istat di riferimento (area geografica di residenza e tipologia familiare di appartenenza) moltiplicati per il numero di casa in proprietà o locazione, rapportando il valore finale alla quota e al periodo di possesso nel corso dell’anno.

biancherie, detersivi e pentole: rientrano nella voce altri beni e servizi per la casa verrà calcolata in base alla media Istat verrà rapportata al numero di case di proprietà e affitto.

Gli italiani sono molto preoccupati per l’introduzione del Redditometro e si parla già di violazione della privacy, saranno almeno 35.000 gli italiani sotto la lente. Già nel 2008 si era rilevata una netta differenza tra i redditi dichiarati e il tenore di vita e le spese effettuate dagli italiani, una discrepanza pari circa al 74%. Ad ogni modo i controlli non potranno avvenire in maniera indiscriminata, ma verranno fatti solo e soltanto nei casi conclamati di incongruenze.

Fonte: CondominioWeb.com.

http://www.condominioweb.com/condominio/articolo2021.ashx

No Comments

Pubblica un commento