My First Adult T-Shirt

My First Adult T-shirt: la maglietta autopulente di Tide pensata per le mamme!

My First Adult T-ShirtNasce My First Adult T-shirt, la prima maglietta autopulente, per venire incontro alle esigenze delle mamme…

Si avvicina il weekend e molte mamme vedranno tornare i figli che vivono o lavorano fuori con la famosa sacca piena di roba da lavare accumulata in una settimana di lavoro, studio e partite di calcetto, mentre altre si ritroveranno dopo 5 intense giornate lavorative a dover combattere con la cesta di panni da lavare che ha insorabilmente continuato a riempisi fino a sputare fuori calzini e magliette.

Per rallegrare le mamme del mondo oggi dedico questo post ad una simpatica invenzione, a parer mio forse poco igienica e un pò kitsch, ma sicuramente utile, se non al portafoglio,  almeno all’umore… 🙂

In Polonia, infatti, l’azienda Tide, che produce detersivi per lavatrici, ha inventato un metodo infallibile per permettere agli studenti di lavare le proprie t-shirt senza il minimo sforzo. Si tratta di magliette che riportano delle stampe sul davanti, prevalentemente raffiguranti casalinghe disperate circondate da “lacrime”, dove queste piccole gocce in realtà sono fatte di detersivo (rigorosamente marchiato Tide) essiccato e pretrattato che entra in azione a contatto con l’acqua.

Quando la maglietta si sporca, è sufficiente inserirla in lavatrice, in quel momento le lacrime si sciolgono e la t-shirt torna come nuova, con l’unica differenza che la casalinga disegnata avrà smesso di piangere.

Ovviamente questa bizzarra modalità di lavaggio vale una volta soltanto, quindi è anche un pò dispendiosa, ma certamente rappresenta un originale esempio di marketing aziendale. Cosa non si inventerebbero le aziende pur di farsi pubblicità…

La linea delle magliette autolavanti si chiama My First Adult T-shirt, cioè “la mia prima (e io aggiungerei unica) t-shirt da adulto”.

Quindi concludo dicendo:

1) meglio che si scarichino WashApp sullo smartphone e imparino a fare la lavatrice senza fare danni e soprattutto senza essere costretti a comprare 365 magliette all’anno, spendendo stipendio e paghette in t-shirt;

2) la mamma è sempre la mamma….

Siete d’accordo?

Ma faccio lo stesso i complimenti a Tide che secondo me meriterebbe un premio per l’originalità e la creatività dell’idea.

No Comments

Pubblica un commento