efficienza energetica

Efficienza Energetica: occhio alle truffe!

L’Europa lancia l’allarme su truffe e false dichiarazioni di efficienza energetica sugli elettrodomestici.

efficienza energeticaSecondo i dati raccolti, sembrerebbe che circa il 20% degli elettrodomestici venduti nel mondo non siano così efficienti come viene dichiarato sull’etichetta energetica diventata ormai obbligatoria. Per questo motivo, in Europa 16 Associazioni, Enti e Organizzazioni, tra cui le italiane Legambiente e Movimento difesa del cittadino, hanno deciso di lanciare MarketWatch, una campagna per combattere le truffe e gli imbrogli in fatto di efficienza energetica ed etichette.

L’Unione Europea, nell’ambito del fondo Intelligence Energy Europe, ha scelto di co-finanziare MarketWatch, progetto che riguarda diverse Associazioni, come l’inglese Energy Savings Trust, la francese Que Choisir, la spagnola Ecodes, la portoghese Quercus, la polacca Fewe, la ceca Seven, la danese Ecological Council & Forbrugerradet, le tedesche Bund e Vzvb e infine l’australiana Global2000, insieme ad altri importanti partner europei quali, Anec, Eeb, Icrt ed Ecos, proprio con l’obiettivo di dire basta a truffe e imbrogli in fatto di efficienza energetica.

Davide Sabbadin, responsabile della campagna MarketWatch, ha evidenziato che “secondo i dati ufficiali, i rivenditori (GDO, negozi, etc.) dimenticano di apporre l’etichetta su circa il 20% dei prodotti, che così arrivano senza indicazioni energetiche al consumatore, mentre un ulteriore 15% di elettrodomestici è etichettato in modo scorretto e in queste condizioni è molto difficile comparare e scegliere bene sia per le proprie tasche che per l’ambiente. Questi comportamenti violano le direttive Europee dell’Ecodesign e dell’Etichetta Energetica, perché i mancati risparmi energetici derivanti da queste infrazioni aumentano i costi familiari, mettono sotto stress le reti elettriche dei paesi membri e contribuiscono negativamente al cambiamento climatici. I consumatori che cercano Tv, frigoriferi, forni, condizionatori ed altri elettrodomestici efficienti per ridurre le loro bollette, infatti, possono essere tratti in inganno da alcuni produttori che per negligenza o errore mettono sul mercato prodotti meno efficienti del previsto, con conseguente aumento sulle bollette di circa 10,5 miliardi di euro in più ogni anno in Europa.

I limiti di consumo energetico e di emissioni vengono stabiliti dalle direttive sull’Ecodesign e sull’Etichetta Energetica, che impongono ai prodotti immessi sul mercato precisi limiti di consumo energetico e il rispetto di altri criteri ambientali. Indicazioni necessarie per assicurare  una corretta competizione tra produttori e rivenditori e per i criteri di trasparenza nei confronti dei consumatori.

Se gli elettrodomestici sono rispondenti alle caratteristiche imposte dalla Direttiva Ecodesign permettono, infatti, agli europei di risparmiare quasi 90 miliardi di euro all’anno, circa 280 euro a famiglia. Inoltre, si possono risparmiare ben 2 milioni di tonnellate di CO2, contribuendo così al benessere ambientale.

Proprio per garantire il raggiungimento di questi obiettivi e cercare di far rispettare le norme in termini di efficienza energetica, attraverso la campagna MarketWatch ci si propone di effettuare 300 ispezioni in Europa (60 solo in Italia), per verificare che oltre 25.000 elettrodomestici immessi sul mercato siano conformi alle normative europee. Con questo progetto si vuole far in modo di recuperare almeno il 10% del mancato risparmio energetico ed economico dovuto alle false etichettature e alle truffe in fatto di efficienza energetica, per fare in modo che gli europei possano risparmiare almeno 1 miliardo di euro all’anno sulle bollette, corrispondenti al consumo residenziale annuale di un intero Paese come la Danimarca.

Leggi di più su: http://www.legambiente.it/contenuti/articoli/elettrodomestici-ed-efficienza-energetica-contro-le-truffe-e-le-informazioni-inga

 

 

 

 

No Comments

Pubblica un commento