CatClo-537x383

CatClo: il bucato che purifica l’aria…

Avete mai sentito parlare del bucato che purifica l’aria? Non è fantascienza, il progetto è quasi realtà grazie a CatClo.

CatClo-537x383Il progetto è frutto dell’idea e della genialità di una artista/designer Helen Storey e di un chimico Tony Ryan, persone provenienti da mondi molto diversi, le cui menti si sono però unite con successo per dare vita ad una proficua collaborazione in grado di mettere d’accordo arte e scienza. I Ricercatori dell’Università di Sheffield e del London College of Fashion hanno creato un additivo che, aggiunto al bucato, aiuta a purificare l’aria. Buona parte dell’inquinamento atmosferico deriva dalla presenza degli ossidi di azoto (NOx), quindi, una buona idea per combattere l’inquinamento è sicuramente quella di trovare un sistema diffuso per eliminare quell’elemento… Come??? Perchè non utilizzare i panni stesi?

CatClo (Cataltic Clothing), è un additivo liquido che contiene nanoparticelle di biossido di titanio, che grazie all’azione della luce solare hanno il potere di ossidare i NOx con cui entrano in contatto, neutralizzandone gli effetti negativi. Anche la minima parte inodore e innocua viene espulsa attraverso il sudore di chi indossa gli abiti senza alcun effetto sulla persona. Inoltre, dato che le nanoparticelle di biossido di titanio si legano saldamente al tessuto, è sufficiente lavare i vestiti con l’additivo perché l’effetto si verifichi anche successivamente.

Questo è sicuramente un grande esempio di green economy, lo sviluppo economico del futuro infatti non può fare a meno dello sfruttamento ambientale.

“Un capo d’abbigliamento trattato con il CatClo – hanno affermato i ricercatori – è in grado di rimuovere dall’aria 5 grammi di ossidi di azoto, ossia l’equivalente di quanto emesso da un’auto usata da una famiglia media ogni giorno.”

“Se migliaia di persone in una tipica cittadina utilizzassero questo additivo, il risultato sarebbe un aumento significativo della qualità dell’aria locale – sostiene il professor Anthony John Ryan – A Sheffield, per esempio, se tutti lavassero i propri vestiti con l’additivo, non ci sarebbe alcun problema di inquinamento da ossidi di azoto.”

CatClo funziona perfettamente con i nostri amati jeans (che non sono solo belli da vedere, comodi da indossare, ma a quanto pare anche utili all’ambiente ;))

CatClo-jeansAutunno 2013: l’abbigliamento catalitico è dal 2013 oggetto di studio e ricerca dei dipartimenti di ricerca e sviluppo di grandi marche a secco. Un campo in piccola scala formato da jeans è stato realizzato alla scuola di Thomas Tallis come parte del programma scolastico “Learning Catalytic“.

Ecco il film realizzato che spiega il progetto:

No Comments

Pubblica un commento